L'informazione in Odontoiatria



Posturologia Ortodonzia Apparecchio invisibile Parodontologia Gnatologia Alitosi
Implantologia Prevenzione Denti bianchi Ortodonzia invisibile Radiologia Piorrea
       

Dr Umberto Molini - Roma contatti
Dr Alessandro Fedi - Firenze contatti

Prevenzione alitosi

Stranamente é solo da pochi anni che sono emersi dati che dimostrano l'enorme diffusione dell'alitosi tra la popolazione. La  gravità di questo disturbo è  relativa al notevole disagio che provoca nelle relazioni sociali. Con l'informazione che vi forniamo in questa pagina e nella Sezione specifica abbiamo coscienza di aiutare chi fa fatica a sollevare il velo del pudore che tiene lontano dai Medici che possono  risolvere l'alitosi grazie al corretto uso dei moderni mezzi diagnostici e terapeutici. Nella quasi totalità dei casi infatti l'alitosi può essere eliminata o comunque controllata in maniera tale che non interferisca nella vita di relazione.

   

 
 
servizio newsletter

PER MEDICI E ODONTOIATRI

Nome
Cognome
E-mail

motore di ricerca

CERCA UNA PAROLA DI ODONTOIATRIA

 
 
nel Web in questo sito

 

Recenti studi hanno dimostrato una correlazione positiva tra la presenza di composti volatili solforati responsabili dell'alitosi, lo stato dei tessuti parodontali e la placca bianca che ricopre la lingua.

Un'igiene orale ben eseguita dovrebbe perciò comprendere anche Lo spazzolamento del dorso della lingua può aiutare a prevenire l'alitosilo spazzolamento del dorso della lingua. Farlo può aiutare a prevenire l'alitosi.
Il disturbo però può permanere pur spazzolando i denti più volte al giorno, spazzolando la lingua e passando correttamente il filo interdentale. Questa evenienza é tipica di persone che hanno trascurato a lungo l'igiene orale e una volta percepita la presenza di alitosi hanno intrapreso una buona igiene orale, non risolvendo però il problema del fiato maleodorante.  C'é correntemente infatti un errore di giudizio sulle cause di alitosi, si pensa che sia semplicemente un problema legato ad una carenza di pulizia orale quotidiana.  In un discreto numero di pazienti affetti da alitosi sono invece  presenti problemi strutturali parodontali che vanno affrontati e  curati pena  la persistenza del sintomo.

Che cosa si deve fare nel caso l'alitosi persista?
In presenza di un alitosi persistente è opportuno sottoporsi a visita odontostomatologica. Potrebbero essere presenti lesioni parodontali non accessibili alla pulizia domiciliare e nella cui profondità rimane annidata la placca batterica. Continuano così le condizioni per la proliferazione  di microrganismi che producono i composti volatili solforati responsabili sia della distruzione dei tessuti parodontali che dell'alito cattivo.

A chi ci si deve rivolgere per la diagnosi e la cura?
Dato che le cause più frequenti sono nel cavo orale, il Medico chirurgo odontostomatologo e l'Odontoiatra  andrebbero consultati per primi. Il Dentista con area di esperienza nella parodontologia è la figura professionale più qualificata a diagnosticare e trattare le patologie orali a carico di gengive e tessuti parodontali che spesso ne sono all'origine. Attraverso l'anamnesi, l'esame clinico e radiologico, gli esami strumentali (Halimeter) e di laboratorio, compresi, se necessari, i test microbiologici volti alla ricerca quantitativa e qualitativa di specifici germi anaerobi parodontali, si può stabilire la causa precisa dell'alitosi di provenienza dal cavo orale e istituire la terapia veramente capace di debellarla.

Ma questo iter di diagnosi può anche escludere tale origine e far riferire il paziente a Specialisti di altra branca come il Gastroenterologo, lo Pneumologo, il Diabetologo, etc.etc. E' importante comprendere che se l'alitosi è determinata da patologie importanti del cavo orale, come ad esempio le parodontopatie, sarà richiesto un intervento idoneo del Medico dentista. Ricorrendo semplicemente a ripetute e ben eseguite manovre d'igiene orale non si risolverà il problema.

 

E' importante sapere che una terapia antibiotica indiscriminata é assolutamente da proscrivere in caso di alitosi, perché a fronte di un sollievo temporaneo instaura lo sviluppo di resistenze e dismicrobismi del cavo orale, sovente causa di complicanze come la candidosi orale

 


 

Prevenzione delle malattie del cavo orale
Placca batterica
Tartaro

Il tartaro ed i suoi effetti dannosi sulle gengive sono conosciuti da secoli, è uno dei nemici della salute orale.....>>

Piorrea

E' quasi sempre una gengivite trascurata all'origine delle gravi forme di piorrea .....>>

Tartaro
Carie dei denti
Pulpite e ascesso
Mal di denti
Corretto spazzolamento dei denti
Caratteristiche dello spazzolino da denti
Filo interdentale
 
 
 
 
 
| Home | Chi siamo | Pazienti | Aziende | Medici e Odontoiatri | Tecnologie |

Copyrhigt 2004 di Odontoclinic srl - Tutti i diritti sono riservati
Le informazioni fornite attraverso questo sito non possono sostituire la valutazione diretta da parte dello specialista