L'informazione in Odontoiatria



Implantologia Ortodonzia Apparecchio invisibile Parodontologia Gnatologia Alitosi
Posturologia Prevenzione Denti bianchi Ortodonzia invisibile Radiologia Piorrea
       

Dr Alessandro Fedi - Firenze contatti
Dr Umberto Molini - Roma contatti

Com'è fatto un BITE

In questo paragrafo non parleremo delle funzioni che può svolgere un bite, ma solo di come si può riconoscere una corretta e non grossolana realizzazione  del manufatto. Non sono rare infatti le lamentele dei pazienti a causa della ruvidità e dell'ingombro di bite  grossolani, impossibili quindi da usare a prescindere dall'adeguatezza clinico-diagnostica.

   

 
 
servizio newsletter

PER MEDICI E ODONTOIATRI

Nome
Cognome
E-mail

motore di ricerca

CERCA UNA PAROLA DI ODONTOIATRIA

 
 
nel Web in questo sito

 

Caratteristiche fisiche e costruttive del bite.
Come abbiamo già detto il "bite" è costituito da una placca a forma d'arco che si possa inserire su una delle due arcate dentarie. Applicato in modo rimovibile su una di esse, modifica il rapporto spaziale tra le due arcate e tra le ossa mascellari durante il combaciamento (il momento finale della chiusura della bocca).
La sua dimensione spaziale è il connotato saliente della qualità diagnostica e terapeutica (ne parleremo in altro paragrafo). Ma, a prescindere, occorre che questa placca abbia dei requisiti costruttivi tali da garantirne la possibilità d'uso. Li elenchiamo di seguito.
1) Economicità e duttibilità del materiale di impiego. Il materiale elettivo per un bite rigido è la resina acrilica, di solito trasparente e non colorata al fine di dargli una relativa invisibilità quando è indossato dal paziente. Questa resina dev'essere formata in laboratorio con polimerizzazione a caldo per una migliore qualità. La sua leggerezza e la possibilità di essere manipolata in fasi successive di controllo e correzioni in studio con piccole aggiunte a freddo e piccole sottrazioni per fresatura la rendono davvero il materiale ideale. Inoltre, con una buona manutenzione domiciliare, la sua durata nel tempo è notevole. In qualche caso il medico o l'odontoiatra prescriverà un bite morbido, costruito cioè con resina morbida per ottenere una resilienza al contatto coi denti antagonisti.
2) Ingombro minimo possibile. Il bite è un'apparecchio funzionale in quanto non "muove" i denti, ma semplicemente si sovrappone e interpone fra essi per modificare positivamente il combaciamento naturale. Paradossalmente abbiamo visitato più volte pazienti che si lamentavano per  un bite eccessivamente ingombrante, interferente con la lingua e con le labbra, che peggiorava addirittura la funzione rendendo difficoltose la deglutizione e la fonazione. Per assolvere il suo compito primario il bite dev'essere costruito con raziocinio, conferendogli un ingombro minimo, cioè proprio l'indispensabile  per non intaccarne la robustezza.
3)  Superfici levigate con bordi arrotondati. Per far avvertire quanto meno possibile la sua presenza nel cavo orale il bite deve avere superfici lisce in ogni sua parte e pareti prive di spigoli acuti per non irritare le mucose.
4) Stabilità con completa assenza di bascullamento una volta inserito sui denti. Un buon sistema di ritenzione aumenterà la stabilità d'uso ulteriormente: può essere composto da ganci di varia foggia, in genere a palla o lanceolati, o da uno strato interno più soffice ed elastico.
5) Facilità di inserzione  e rimozione sull'arcata. Nel laboratorio dovranno essere stati rimossi sul calco in gesso tutti i sottosquadri che ne potrebbero rendere difficoltosa l'inserzione e il sistema di ritenzione dev'essere ben regolato per permettere una facile rimozione del bite.


Bite

com'è fatto

sedi di applicazione

tipi di bite

costruzione

indicazioni cliniche

effetti neurofisiologici

bite e sport

bite e danza

caso clinico

Posturologia

La postura corporea è una funzione integrata individuale su cui  psiche, soma e ambiente esterno agiscono con un gran numero di variabili.....>>

Postura corporea
Occlusione dentale e postura
Malocclusione
Ortognatodonzia posturale
Casi clinici
Domande e risposte
Filmati

Casi clinici

correzione posturale con bite
Correzione posturale con bite
Bite e postura
 
 
 
 
| Home | Chi siamo | Pazienti | Aziende | Medici e Odontoiatri | Tecnologie |

Copyrhigt 2004 di Odontoclinic srl - Tutti i diritti sono riservati
Le informazioni fornite attraverso questo sito non possono sostituire la valutazione diretta da parte dello specialista