L'informazione in Odontoiatria



Ortodonzia Posturologia Apparecchio invisibile Parodontologia Gnatologia Alitosi
Implantologia Prevenzione Denti bianchi Ortodonzia invisibile Radiologia Piorrea
       

CHIRURGIA ESTETICA E VIP
La prova di bellezza per alcuni “Vip”: Suggerimenti per l’uso

Molto spesso, nella mia quotidiana vita di relazione, durante una conversazione fra il serio e il faceto mi viene chiesto: “Ma tu quando vedi una persona, o la conosci per la prima volta, pensi subito a cosa potresti fare per migliorare il suo aspetto fisico?” La risposta è… chissà!
Non si offenda nessuno per tale riserbo, ma preferisco mantenere il beneficio del dubbio per quanti mi conoscono o conoscerò personalmente.
Tuttavia, ho deciso d’includere in questo breve libro un simpatico divertissement, prendendo spunto da alcune conversazioni salottiere che frequentemente mi capita involontariamente d’ascoltare: quale sarebbe il “responso” della famigerata “Prova di Bellezza” per alcuni Vip (o supposti tali) del presente e del passato? Per saperlo non avete da far altro che continuare a leggere…

   
apparecchio invisibile

 
 
servizio newsletter

PER MEDICI E ODONTOIATRI

Nome
Cognome
E-mail

motore di ricerca

CERCA UNA PAROLA DI ODONTOIATRIA

 
 
nel Web in questo sito

 

Ebbene, partendo dal presupposto - e sia chiaro soprattutto per le gentili lettrici che hanno in animo d’affrontare un intervento di Chirurgia Estetica - che qualsiasi persona è a mio parere bella, poiché cresciuta con consapevolezza di sé, prenderò ora in esame alcuni personaggi pubblici così come la mia memoria visiva me li suggerisce, senza classifiche di sorta. Includerò anche coloro che si sono già sottoposti ad interventi di Chirurgia Estetica per loro stessa ammissione… o per palese oggettività.
I protagonisti che si leggeranno sappiano, senza offesa per nessuno, che i giudizi espressi costituiscono unicamente dei “suggerimenti per l’uso”, considerando il raggiungimento della perfezione estetica unicamente quale elemento opzionale per un loro ancor maggiore successo.
Non me ne vogliano i non nominati: è stata solo una dimenticanza.
Dunque, si porti uno specchio e s’inizi il “game V.i.p.”…

…ove V.i.p. non significa “V(ery) I(mportant) P(erson)” ma “V(i) I(nquadro) P(rontamente)”…

 

Personaggi italiani


Donne:

Adriana Volpe:

Il suo grado complessivo di bellezza supera l’esame a pieni voti. La Volpe possiede un gran bel fisico, molto atletico, e risulta molto difficile stabilire se si sia sottoposta alle cure di qualche collega, ma se così fosse ha fatto bene. Veramente un bel seno.

Alda D’Eusanio:

Donna elegante, possiede un suo personale stile che sin dalla prima occhiata comunica l’impressione di persona molto curata, bella pelle, trucco sapiente. Personalmente, tuttavia, se fossi in lei mi occuperei un poco dell’accenno di borse sotto gli occhi che il make-up non riesce a nascondere.

Alba Parietti:

Donna d’indubbia bellezza e intelligenza per nascita.
L’intervento di mastoplastica d’aumento, cui si sottopose tempo fa, le conferisce un ulteriore tocco d’eleganza poiché il nuovo seno risulta ben proporzionato alla figura slanciata e vagamente androgina.
Sulle labbra della Parietti, invece, si potrebbe sollevare qualche eccezione: le vedrei leggermente più sottili pur lasciandole piene ed arrotondate, anche in considerazione della normale larghezza della sua bocca: quando si aumentano troppo labbra non molto larghe si ottiene sempre un effetto di arrotondamento dell’intera superficie buccale, non molto naturale.

Angela Cavagna:
Donna di mediterranea sensualità.
Ha sempre sostenuto d’essere “tutta naturale”, come se farsi un intervento di Chirurgia Estetica sia qualcosa di cui vergognarsi!
Prima o poi, può darsi, si deciderà a ritoccare il seno… o no?!

Anna Falchi:

Donna d’indiscutibile bellezza per fortuna genetica.
Il mix di origini nordico-italiane, ha prodotto una delle creature femminili più sensuali dei nostri tempi. Anna Falchi è una delle poche donne realmente rappresentative dei “canoni della bellezza”, perlomeno in chiave moderna.
Peraltro, molto onestamente, Anna tempo fa ha pubblicamente ammesso d’aver fatto un piccolo ritocco: il suo nuovo seno, rigoglioso e proporzionato alla figura, le ha conferito una carica erotica che in precedenza non aveva, pur essendo sin da adolescente una bella ragazza.

Anna Marchesini:

Anna Marchesini e la sua bellezza è necessario fare una considerazione a parte, parimenti valida anche per altre/i personaggi dello spettacolo. La Marchesini è sicuramente donna “d’intelligenza comica” fuori del comune e probabilmente i piccoli difetti caratterizzanti il suo viso - ad esempio un naso un po’ irregolare - sono elementi basilari della sua personalità, della sua eccezionale capacità comunicativa, della sua assoluta peculiarità. Ne consegue che, benché il suo volto non rispetti le proporzioni geometriche del “canone”, Anna possiede una bellezza di tipo “espressivo”. Ciò non significa assolutamente che abbia un brutto viso, intendiamoci! Ma un giudizio puramente “estetico” non può non essere influenzato dal suo essere una grande attrice.
Probabilmente lei non farà mai una rinoplastica, ed avrebbe pienamente ragione: non le servirebbe ad essere più serena.

Asia Argento:

La bellezza della Argento sfugge a qualsiasi valutazione, e l’unico giovamento che la giovane attrice potrebbe trarre dalla Chirurgia Estetica riguarda i tatuaggi.
Infatti, la brava Asia, mostra una buona parte della pelle ricoperta da quegli strani “intarsi” che personalmente trovo deturpanti. Per Asia e per coloro che come lei abbiano deciso, o siano in procinto, di farsi disegnare in maniera indelebile il bel corpo, dico solo: è come deturpare i monumenti con la vernice spray.
Fino a qualche anno fa tatuarsi era proprio di alcune categorie di persone e connotava, fortemente, l’appartenenza sociale del tatuato. Un esempio su tutti, i marinai. Da un po’ di tempo, invece, tatuarsi è divenuta una moda talmente massificata che non caratterizza più nessuno. Paradossalmente è raro trovare una ragazza tra i venti e i trent’anni che non abbia il suo bel tatuaggio dietro la spalla destra o all’inguine. E sapeste quanto sono presi d’assalto gli studi professionali dei chirurghi da parte di giovani che desiderano fortemente togliere dalla pelle quel ricordo ormai fastidioso! Con il laser molto spesso è possibile riuscire nell’intento, ma a volte rimangono brutte cicatrici che testimonieranno il piccolo errore di gioventù. Dunque ripeto: riflettete!

Carmen Di Pietro:

Il suo grado di bellezza è elevato, pur considerando… che per sua personale ammissione è raro trovare una parte del suo corpo che non sia stata “visitata” da qualche collega chirurgo… e devo riconoscere anche con ottimi esiti.
Ma più che i buoni risultati, ciò che maggiormente connota il suo personaggio è la colossale “facezia” che le siano scoppiati i seni in aereo durante un viaggio di ritorno dal Brasile! Al riguardo qualche anno fa l’ho personalmente smentita in diretta, durante una nota trasmissione televisiva.
Peraltro la simpaticissima Carmen accettò di buon grado la smentita asserendo, tuttavia, d’esser sempre stata sincera. A quel punto, le spiegai cortesemente come l’unico evento possibile che nel caso di specie poteva essersi verificato fosse il “cedimento” di qualche punto di sutura, e solamente qualora l’intervento fosse stato effettuato poche ore prima. Mai - infatti - possono “scoppiare” le protesi su un aereomobile normalmente pressurizzato: avete idea di quante assistenti di volo si sono sottoposte ad un intervento estetico d’aumento di seno? Dovremmo sentire “pop”! ogni volta che saliamo su un aeroplano…

Cesara Buonamici:

Talvolta mi capita di guardare il TG 5 condotto da una delle giornaliste più famose d’Italia, Cesara Buonamici: è tale la sua telegenìa che l’attenzione dello spettatore è letteralmente calamitata sui suoi bellissimi occhi chiari. Impossibile non guardarla.
Tuttavia Cesara si gioverebbe discretamente d’un ridimensionamento del naso di modesta entità, senza esagerare. Poi vediamo… probabilmente stasera Cesara è un po’ stanca, la pelle del suo viso appare lievemente rilassata sotto gli occhi e lungo il contorno della mandibola: con un soft-lifting si potrebbero mettere le cose al proprio posto, e le cicatrici sarebbero molto ben celate.
Comunque, cara Cesara, lo dico amichevolmente poiché ci conosciamo da tanti anni: stai benissimo anche così e se ti senti bene con te stessa, come credo, non pensare a “ritocchi” di sorta, anche in considerazione della tua eccezionale capacità di conduzione e dell’elevato livello di preparazione professionale che possiedi.

Claudia Cardinale:

Donna il cui tipo e grado di bellezza sono entrati nell’immaginario collettivo italiano.
Che dire, dunque, della bellissima e strepitosa protagonista del “Gattopardo”?
Ritengo che a Claudia Cardinale non interessi minimamente fare un lifting. Personalmente credo sia l’esempio femminile vivente di come si possa essere perfettamente sereni nel rapporto con la propria immagine fisica, anche se questa è notevolmente diversa da quella posseduta in gioventù. Pertanto, onore al merito della sua meravigliosa maturità.

Cristina Parodi:

Cristina Parodi, una vera bellezza nel panorama televisivo italiano.
Su di lei credo vi sia poco da dire, in primis perché indubbiamente molto graziosa, quindi perché la sua immagine di mamma, moglie perfetta e donna in carriera, non trarrebbe alcun giovamento da qualche ritocco fisico. Magari potrebbe farlo per personale soddisfazione, ma assolutamente che non si noti.

Elenoire Casalegno:

Esame superato a pieni voti anche per la Casalegno. Elenoire è un altro classico esempio di come l’intervento d’aumento del seno incrementi anche il sex appeal.

Flavia Vento:
Giovane donna molto carina e - mi sembra - anche sicura di sé.
Tale “sicurezza estetica” probabilmente le ha sempre impedito di fare una mastoplastica d’aumento. Di certo, però, non sfigurerebbe con un seno d’un paio di taglie in più.

Francesca Dellera:

Per Francesca Dellera vale parimenti il giudizio espresso per Adriana Volpe. Difficile stabilire se ha ritoccato qualcosa, ma se lo ha fatto ne ha sicuramente ricevuto giovamento.

Iva Zanicchi:

La Zanicchi possiede una bellezza che fa caso “a se”, in quanto da anni distinta signora della televisione italiana.
Per Iva nazionale, tuttavia, penserei ad un lifting del viso e del collo, ma solo se l’interessata ne sentisse il bisogno. Comunque, le gioverebbe.

Laura Freddi:

Affascinante, con un sorriso dolcemente sensuale e un fisico bello e armonico.
Trovo però che il suo naso sia un po’ irregolare: è proprio il caso di dire che non si può avere tutto dalla vita! Interverrei (poco) sia sul profilo del naso, cioè sul dorso cercando di regolarizzarlo, sia sulla punta, armonizzandola con l’ovale del viso e con i suoi zigomi ben rappresentati.

Luisa Corna:

Luisa Corna, ovvero un’esplosiva intensità seduttiva, resa donna.
Guardandola, viene spontaneo chiedersi: avrebbe lo stesso sex appeal se il suo seno fosse meno appariscente?
Risposta: no. Un seno più piccolo, nel suo caso, non le donerebbe il medesimo livello di carica erotica attualmente posseduto.
Con tale affermazione intendo dire che non ha alcuna importanza, a fini puramente estetici, se il suo seno sia naturale o meno. Se anche fosse “ritoccato”, il risultato sarebbe quello che vediamo: meraviglioso.

Manuela Arcuri:

Giovane donna la cui bellezza è l’apoteosi della “mediterraneità”.
Per osservanza delle leggi fisiche presenti in natura (in primis la legge di gravità), credo che il suo attuale bellissimo seno - sicuramente regalo della mamma e non del chirurgo - fra qualche anno avrà invece bisogno del sapiente tocco dello specialista. È però anche possibile che la proprietaria di cotanta abbondanza decida di non intervenire… de gustibus non est disputandum!

Mara Venier:

Regina per antonomasia della domenica televisiva italiana. Uno dei rari casi di donna non più giovanissima la cui solarità del fascino aumenta esponenzialmente col passare del tempo.
Al momento nulla da eccepire, se ne riparlerà tra qualche anno.

Maria Teresa Ruta:

La Ruta a mio giudizio rappresenta, aldilà della sua bellezza, il garbo femminile nella sua espressione più alta.
Unica osservazione: ingentilirei leggermente i tratti del suo naso.

Marina La Rosa (Grande Fratello I):

Bellezza pulita, tipica “della porta accanto”.
Di Marina tutto è possibile dire, tranne che non abbia accentuato un’aria vagamente sexy con i suoi atteggiamenti. Ritengo che il suo grado di bellezza aumenterebbe in maniera esplosiva… con un paio di taglie in più di seno.

Marta Marzotto:

Donna di grande eleganza, sia di modi sia d’aspetto. Incontrovertibile.
Per sua stessa ammissione, è stata una grande estimatrice della Chirurgia Estetica. E senza paure, alcuni anni fa, si sottopose ad un intervento di ‘ringiovanimento del volto’.
Da donna di grande spirito ed intelligenza qual è, se oggi rifacesse un lifting di media entità con una tecnica più moderna - a mio personale giudizio - le gioverebbe.

Martina Colombari:

Ovvero la freschezza della gioventù.
Peraltro, ho sentito dire che il suo seno è stato “aiutato” dal chirurgo… e a giudicare dalla bellezza che Martina irradia non posso che esclamare: “Visto come è possibile migliorare”?

Mascia (Grande Fratello II):

Più che il grado di bellezza è la simpatia “abbondante”, che di Mascia “colpisce”.<
Mascia rappresenta uno di quei casi in cui il fascino personale non può essere ulteriormente aumentato grazie al chirurgo estetico, poiché ha già fatto quanto doveva fare.
L’unico consiglio sensato che è possibile darle è il seguente: minima liposuzione dell’addome in anestesia locale. Un piccolo ritocco mirato, senza grandi interventi.<

Milena Miconi:

Bellezza vera, sincera, anche lei un po’ “della porta accanto”, ma di certo bonariamente sensuale e forse cripticamente trasgressiva con la sua carnagione così chiara.
Il suo problema è proprio la chiarezza della sua pelle: purtroppo, se si possiede un’epidèrmide d’avorio, non è facile nascondere l’accenno delle fastidiose “borse” sotto gli occhi, che talvolta le conferiscono un’aria un po’ stanca. Ma sono sicuro che prima o poi Milena penserà a risolvere questo piccolo problema, forse congenito, che affligge molti giovani anche sotto i trent’anni.

Romina Powell:

Una bellezza di sempre, senza tempo. Esempio di donna cui la maturità ha regalato ancora più charme.
Affascinante nel complesso, possiede un portamento veramente aristocratico, grazie anche alla sua altezza. Raro esempio di donna le cui plurime gravidanze hanno addirittura aumentato il suo fascino.
Non necessita di particolari ritocchi anche se, qualche rimedio all’insulto del tempo, sul suo bel viso potrebbe fra qualche anno esser preso in considerazione: assolutamente cose minime quali infiltrazioni sottocutanee per eliminare le piccole rughe.

Sabrina Ferilli:

Una bellezza che può piacere moltissimo o per nulla, senza vie di mezzo.
Complessivamente la sua immagine fisica non è assolutamente migliorabile col bisturi: ci ha già pensato Madre Natura.

Silvana Pampanini:

Più che una semplice bella donna, Silvana Pampanini è stata ed è un monumento e gloria nazionale al cinema di casa nostra.
Ha sempre sostenuto d’essere tutta naturale (e si vede) e che le rughe “fanno bene”. Se ne è convinta lei…

Stefania Sandrelli:

Raro esempio di donna, come Romina Powell, il cui fascino complessivo è aumentato col passare del tempo.
Dunque anche per la Sandrelli ritengo valga quanto già precedentemente detto: sicuramente un intervento di ‘ringiovanimento del volto’ le gioverebbe, ma se Stefania non ne sente il bisogno va bene così.

Valeria Marini:

Cosa dire di Valeria Marini, italica giunonica bellezza?
Innanzitutto ripeto ancora una volta che non ho intenzione di far alterare nessuno, anche in considerazione del famoso episodio di lite tra Valeria e quel fotografo che, in modo poco signorile, raccontò d’averla fotografata prima dell’intervento d’aumento di seno. Ovviamente all’epoca trovai l’esternazione del fotografo molto scorretta. Volendo fare un paragone quel signore mi sembrò un Dongiovanni da strapazzo, che prima seduce le donne del quartiere e poi lo racconta agli amici del bar!
Ciò premesso, non so se la Marini abbia o non abbia rifatto il seno: visti i risultati, se la prima ipotesi fosse confermata, avrebbe fatto benissimo!
Sulle sue labbra, invece, vi è da eccepire. Se sono naturali s’impone una riduzione, è un intervento semplice. Se invece non lo sono, bisognerebbe impedire all’autore, medico o chirurgo che sia, di continuare a far danni.
Non mi si venga a dire che un professionista esegue pedissequamente quanto le clienti desiderano: se così fosse sarebbe gravissimo. L’adagio è sempre il solito: per essere ottimi chirurghi è necessario aver molto sviluppato il “senso estetico”, cioè è essenziale saper immaginare - prima d’impugnare il bisturi - l’opera compiuta nell’insieme, visualizzando nella mente “l’unità estetica” così come per anni studiato alla scuola di specializzazione.
Infine, su Valeriona nazionale, sarebbe anche necessaria una piccola liposcultura delle caviglie, onde assottigliarle leggermente e rendere più evidente l’anatomia del tendine d’Achille.
Ricordiamoci comunque che stiamo considerando uno dei massimi sogni erotici del maschio italiano: ma sì, Valeria, sei bella anche così.<

Uomini:

Amedeo Goria:

Amedeo Goria è un ottimo giornalista, su questo non vi sono dubbi. Ma sotto il profilo estetico una bella rinoplastica sarebbe quantomai necessaria!
Tuttavia, se prendiamo Goria come esempio, dobbiamo allora coscienziosamente aggiungere che vi sarebbero moltissimi altri personaggi maschili, nel mondo del giornalismo e non, che potrebbero necessitare di profondi ritocchi estetici. Talmente tanti da poterci scrivere un altro libro! Mi limito quindi in questa sede a citare solo Amedeo Goria.
In fondo l’importante è stare bene con sé stessi. Ciò è vero specialmente per gli uomini, anche se hanno qualche chilo di troppo. Anzi, forse i chili in più fanno “tendenza”… esempi ne sono i giornalisti che personalmente stimo maggiormente, sia per acume giornalistico sia per chiarezza espositiva e coraggio delle proprie opinioni: Giuliano Ferrara e Cesare Lanza.
 

Personaggi stranieri

Charlize Theron:

Personalmente ritengo Charlize Theron il simbolo della bellezza perfetta in versione giovanile, così come la nostra Monica Bellucci. Se siete chirurghi, cortesemente, non avvicinatevi ad entrambe!

Cher:

Donna il cui grado di bellezza è largamente dovuto… alla Chirurgia Estetica. Rappresenta un eccezionale monumento vivente alla nostra professione, che Dio la conservi il più a lungo possibile!
La simpatica ed eclettica Cher, infatti, non ha mai fatto mistero dei numerosi interventi estetici che le hanno regalato (e si vede) il grazioso e giovanile aspetto di cui godiamo, nonostante la sua età non sia più “verde”.

Demi Moore:

Donna dal fascino elevatissimo, assurge a modello di seduzione “europea” se paragonata a moltissime delle sue colleghe americane ben più “anonime”, seppur dotate dalla natura di forme più generose.
Guardando Demi Moore ci si può render conto di come sia possibile scolpire un seno: sicuramente ricorderete qualche pellicola da lei interpretata quando ancora non era stato aumentato. Enfatizzando dunque tale carattere femminile, si può assistere (come nel suo caso) ad una trasformazione da “bella donna” a “donna strepitosa e conturbante”.

Ela Weber:

Giunonica e simpatica “walkyriona” italianizzata. Il suo tipo di bellezza è molto prossimo al modello sognato dall’odierno maschio medio italiano, forse perché possiede una bellezza rassicurante, un po’ materna, tutto sommato semplice. O forse perché ancor oggi perdura il “mito-retaggio” delle ragazzone nordiche, che impazzavano sulle spiagge della nostra penisola durante i favolosi anni ‘60.
Nel dettaglio, Ela Weber ha fatto benissimo ad aumentare il seno, poiché in tal modo ha raggiunto un duplice scopo: è certamente più sicura di sè e al contempo ha armonizzato l’intera figura da “walkiria”.

Gwyneth Paltrow:

Giovane donna molto seducente, anche se oggettivamente troppo magra.
Un piccolo aumento di seno farebbe indubbiamente lievitare il suo sex-appeal.

Hillary Clinton:

Donna non più giovane ma dotata di grande stile personale, elemento che affascina quanto - se addirittura non più di - un elevato grado di bellezza.
Peraltro, non ha stupito nessuno che Hillary Clinton si sia sottoposta a liposcultura del sottomento prima d’iniziare la sua carriera politica: evidentemente “il doppio mento” non era foriero di successi.  In tutta onestà qualche osservazione si potrebbe fare anche sulle sue gambe, ma se fossi in lei soprassiederei a qualsiasi velleità, poiché alla sua età è obiettivamente difficile poterle migliorare molto.

Jennifer Lopez:

Ovvero l’incarnazione del fascino latino al femminile.
Pregio: un naturale strepitoso fondoschiena, morfologicamente superiore a qualsiasi possibile intervento migliorativo di Chirurgia Estetica dedicato a tale “zona”.
Difetto: il naso. Ne andrebbero ingentiliti i contorni… senza ovviamente arrivare ad eccessi alla Michael Jackson.

Julia Roberts:

Dato di fatto: Julia Roberts è l’attrice più pagata d’America, pur se la sua bellezza non rispetta pienamente il “canone”.
Personalmente ritengo che avrebbe bisogno di una ritoccatina al seno, senza alcun dubbio.

Kim Basinger:

Bionda, fascinosa, sensuale.
Kim Basinger è un altro mito in termini di bellezza. In special modo per la bocca, la più bella del mondo. Ma le gambe sono troppo magre e le caviglie troppo sottili. Pensaci, Kim.

Laetitia Casta:

Giovane donna la cui bellezza è unicamente frutto della genetica.
Da non toccare, per moltissimi anni ancora.

Madonna:

Camaleontica bellezza, come lei nessun’altra.
Madonna è un’ulteriore esempio di come un “rinforzino” del seno femminilizzi una figura molto magra e spigolosa. Per il resto, nulla da eccepire.

Megan Gale:

Ovvero la sensualità pura “made in Australia”.
Tuttavia, qualche piccola microliposuzione per scolpire ancor di più il corpo potrebbe giovarle.

Melanie Griffith:

Donna affascinante, giovane, talentuosa.
Pur possedendo le citate qualità, Melanie Griffit si gioverebbe non poco di una mastopessi al seno, cioè d’un intervento di rimodellazione e riposizionamento dei contorni senza aumento ne diminuzione di volume, in modo tale da “alzarlo” nell’insieme.

Michael Douglas:

Nonostante l’età ormai “matura”, Michael Douglas mantiene inalterato il suo sex appeal grazie al lifting - con evidenti ottimi risultati - fatto qualche tempo fa. Dimostrazione di tale assunto ne è sua moglie, Catherine Zeta Jones: una simile giovane bellezza si sarebbe altresì potuta innamorare di un “vecchietto” d’aspetto?

Paula Jones:

Chi non ricorda Miss Paula Jones, la gentile signora che creò non pochi problemi all’ex presidente U.S.A., Clinton? Vedendola per la prima volta nei servizi del tg serale mi colpì il suo naso, troppo grande e sgraziato. Conseguentemente fui piacevolmente impressionato quando ricomparve in pubblico, dopo alcuni mesi dai “fatti”, con un volto più grazioso: era effettivamente diventata una bella donna semplicemente facendosi una rinoplastica.

Raquel Welch:

Bellissima, ancor oggi. Raro esempio di donna la cui bellezza matura si sposa perfettamente con una congenita classe.
Dunque vi sembra che Raquel abbia sessantun anni? Potenza della Chirurgia Estetica!

Sharon Stone:

Ovvero il prototipo della femminilità conturbante, geneticamente mixata con una suprema raffinatezza di tratti e di modi.
Donna oggettivamente molto bella. Se si osservano i dettagli, è possibile notare come la sottigliezza del labbro superiore e la lieve gibbosità del profilo del naso si fondano perfettamente con la raffinatezza erotizzante del volto nel suo complesso.
Per le parti visibili che ai comuni mortali è dato ammirare, sono al momento sconsigliabili visite dal chirurgo. Per le altre, “inaccessibili” zone del suo corpo, lei stessa affermò qualche anno fa - con grande sincerità e semplicità - che “molte parti del mio corpo stanno crollando”, facendo intendere come ad una simile situazione avrebbe posto rimedio mediante qualche piccolo, sapiente intervento.

Sophie Marceau:

Notevole bellezza europea, sin da adolescente.
Sophie, da piccola graziosa crisalide al “Tempo delle Mele”, è divenuta oggi una meravigliosa farfalla: il suo fascino si è innegabilmente accresciuto, così come le sue capacità d’attrice. Purtroppo, però, crescendo è oggettivamente diventata troppo magra, come la Paltrow.

Susan Sarandon

Donna fascinosa, senza alcun dubbio.
Ma una rinoplastica non guasterebbe, garantisco.

chirurgia estetica sommario
Chirurgia estetica e vip
Il paziente di chirurgia estetica
Chirurgia Estetica
Addominoplastica
Chirurgia estetica dell'addome
Bellezza

bellezzaChe cosa determina la bellezza di un corpo, di un volto, di un seno? E poi: la bellezza, è normalità o eccezione?.....>>

Rinoplastica
Chirurgia estetica del naso
Mastoplastica

mastoplasticaLa mastoplastica è un intervento di rimodellamento del seno: se piccolo attraverso la rimozione dei tessuti in eccesso - mastoplastica riduttiva.....>>

Lipoaspirazione
Lifting
 
 
 
 
| Home | Chi siamo | Pazienti | Aziende | Medici e Odontoiatri | Tecnologie |

Copyrhigt 2004 di Odontoclinic srl - Tutti i diritti sono riservati
Le informazioni fornite attraverso questo sito non possono sostituire la valutazione diretta da parte dello specialista