L'informazione in Odontoiatria



Posturologia Ortodonzia Apparecchio invisibile Parodontologia Gnatologia Alitosi
Implantologia Prevenzione Denti bianchi Ortodonzia invisibile Radiologia Piorrea
       

VERTIGINI E DENTI DEL GIUDIZIO

   

 
 
servizio newsletter

PER MEDICI E ODONTOIATRI

Nome
Cognome
E-mail

motore di ricerca

CERCA UNA PAROLA DI ODONTOIATRIA

 
 
nel Web in questo sito

 

Domanda Salve sono un ragazzo di 19 anni, da ormai 4 mesi ho dei forti dolori al collo e al trapezio con delle forti vertigini. Dopo varie visite (massaggiatori ecc) mi sono rivolto ad un chiropratico il quale mi ha consigliato di fare un bite poich tutti questi mali erano causati da una errata chiusura della mandibola. Messo il bite le vertigini sono aumentate paurosamente ad oggi un mese che lo sto portando ma i benefici non ci sono. Girando in internet ho letto che i denti del giudizio possono far sorgere queste patologie. I denti del giudizio inferiori li ho estratti circa 2 anni fa. Ho rifatto una panoramica per vedere i superiori, il sinistro non ha problemi di discesa mentre il destro superiore spinge contro gli altri denti. La mia domanda e' questa: pu essere questo dente a causarmi tutti questi dolori e vertigini?

Risponde il Dr. Alessandro Fedi
Condirettore Scientifico OdontoClinic
contatti

In questo caso improbabile. Un singolo ottavo superiore difficilmente pu provocare un dissesto funzionale di questa portata: salvo il fatto che quanto detto teorico e il suo caso, dopo visita, potrebbe fare eccezione. Le consiglio di far rivalutare il bite.

 
Bite

com' fatto

sedi di applicazione

tipi

costruzione

indicazioni cliniche

effetti neurofisiologici

bite e sport

bite e danza

caso clinico

 

Gnatologia

In odontoiatria indispensabile tenere conto delle componenti gnatoposturali.....>>

 
 
 
 
| Home | Chi siamo | Pazienti | Aziende | Medici e Odontoiatri | Tecnologie |

Copyrhigt 2004 di Odontoclinic srl - Tutti i diritti sono riservati
Le informazioni fornite attraverso questo sito non possono sostituire la valutazione diretta da parte dello specialista