L'informazione in Odontoiatria



Ortodonzia Posturologia Apparecchio invisibile Parodontologia Gnatologia Alitosi
Implantologia Prevenzione Denti bianchi Ortodonzia invisibile Radiologia Piorrea
       

LIFTING
vero e falso dell'intervento di chirurgia estetica per il ringiovanimento del volto

Molte persone ritengono che il lifting sia un intervento di chirurgia estetica difficile. Non è proprio così, è solo un intervento che nell’esecuzione richiede molta calma e precisione da parte del chirurgo, esattamente come qualsiasi altro intervento di chirurgia plastica, o ancor meglio come tutti gli interventi chirurgici in generale. La sua esecuzione comporta una durata maggiore unicamente perché richiede molta cura nella fase di sutura finale, proprio per rendere meno visibili possibile gli inevitabili esiti cicatriziali.

   

 
 
servizio newsletter

PER MEDICI E ODONTOIATRI

Nome
Cognome
E-mail

motore di ricerca

CERCA UNA PAROLA DI ODONTOIATRIA

 
 
nel Web in questo sito

 

È VERO che gli effetti del lifting durano poco tempo, ed è quindi necessario rifarlo una o più volte perché “tutto crolla”?

FALSO. Quando decidiamo di sottoporci ad un intervento di chirurgia estetica per ringiovanire il viso, non dovremmo diventare emuli del dottor Faust, cioè non dovremmo illuderci nel cercare l’eterna giovinezza.

Il chirurgo plastico non è in grado, naturalmente, di fermare il tempo. E il processo d’invecchiamento continua, anche in assenza dei famigerati radicali liberi.

Di conseguenza è evidente come l’attraente signora che abbia deciso di farsi oggi un lifting, o un intervento di chirurgia estetica delle palpebre, non possa pensare d’esser nelle identiche condizioni estetiche dopo dieci anni. Sicuramente, però, il suo aspetto apparirà molto migliore di come sarebbe se non avesse subito alcun “ritocco”. In altre parole, anche fra dieci anni apparirà più giovane delle sue coetanee.

È quindi essenziale che tale concetto, sebbene elementare, sia ben compreso da chi decide d’operarsi.

Dire dunque che “tutto crolla” è errato, anche se è vero che il processo d’invecchiamento continua.

È VERO che sono ancora troppo giovane per fare l'intervento di lifting?

FALSO. Non esiste un’età anagrafica per avvicinarsi ad un ringiovanimento del volto, bensì un'età cutanea. Il principale parametro obiettivo da considerarsi, dunque, è l’indicazione chirurgica, vale a dire che un problema deve realmente sussistere, e non solo risiedere nell’immaginario d’un paziente. E, soprattutto, si deve poter stimare con la massima obiettività qual è il margine di miglioramento. Non facendolo, un intervento potrebbe essere poco utile quando addirittura del tutto inutile.

In sintesi, è necessario comprendere che un intervento di chirurgia estetica su un viso o su un collo può esser fatto con un procedimento a più livelli - parziale, moderato, medio, totale - e deve rigorosamente esser deciso in dipendenza della tipologia e gravità del problema presentato oltre alle caratteristiche peculiari d’ogni fisico, quali elementi che il chirurgo stesso deve considerare indipendentemente dall’età del paziente.

È VERO che quando si fa un lifting vengono quei visi gonfi? ho visto delle mie amiche con certe labbra…

FALSO. L’interlocutrice, nel formulare tale domanda, confonde l’intervento chirurgico di ringiovanimento del volto con l’iniezione di alcune sostanze (silicone rigorosamente da bandire), necessarie a spianare le rughe o ad attenuare le depressioni del viso o ad aumentare il turgore delle labbra.

Queste sostanze sono semplicemente dei riempitivi e mai l’uso può far ottenere un effetto di ringiovanimento: bisogna sempre ricordare che i riempitivi o filler - come in linguaggio tecnico vengono chiamati - trovano ottimo impiego in presenza di inestetismi minimi e circoscritti solo ad alcune zone (distretti) del volto.

E mi addolora dover ammettere che il timore manifestato nel quesito dalla gentile interlocutrice deriva, a volte, da medici privi d’etica professionale che in qualche paziente hanno riempito in maniera esagerata alcune zone del viso, ottenendo sì l’effetto di spianare le rughe… ma contemporaneamente trasformando il viso stesso in un "pallone": non esiste risultato estetico peggiore! Un lifting ben riuscito, infatti, è quello che non si vede, ma che fa esclamare ai nostri conoscenti: “Come stai bene, sembri ringiovanita, ti sei riposata in questo periodo, vero”?

È VERO che questo l'intervento di lifting cambia l’espressione del viso?

FALSO. Ognuno di noi è legato alla propria immagine corporea, e sicuramente questa non cambierà dopo l’intervento. Il riposizionamento dei tessuti cutanei e muscolari del volto, alla base dell'intervento di lifting non può cambiare una persona. Questa domanda si ricollega alla precedente, e per essa vale lo stesso tipo di amara considerazione… e di conclusione.

È VERO che se si tira troppo il viso non si può più né ridere né mangiare?

FALSO. L’affermazione teorizzata da cui nasce la domanda è, oltre che falsa, anche ridicola. Potrebbe trovar posto in un immaginario dizionario di mitologia medica alla categoria "Fantasie muscolari".

L’impossibilità di movimento dei muscoli del viso, appunto per ridere o mangiare, non può esser l’effetto d’una eccessiva trazione dei tessuti ma - eventualmente - d’una lesione nervosa, ovvero una lesione dei nervi del volto che comandano il movimento d’ogni muscolo facciale. Tuttavia considerate che una tale evenienza è più unica che rara e - grazie a Dio - le pochissime volte che accade nel mondo, è transitoria nella pressoché totalità dei casi.

È VERO che per nascondere le cicatrici sul viso bisogna portare i capelli sulle guance?

FALSO. Le cicatrici davanti all’orecchio, nella quasi totalità dei casi, diventano invisibili dopo tre-quattro mesi. Tuttavia, durante tale periodo, il consiglio è sempre quello d’usare un buon fondotinta per camuffare le zone d’incisione (aventi colorito roseo) che tenderanno a schiarirsi naturalmente con il passare dei giorni.

È VERO che dopo il lifting, per un anno, non ci si può esporre al sole?

FALSO. Dopo l'intervento di lifting è opportuno non esporsi ai raggi solari solo per due-tre mesi. Il calore del sole, infatti, ritarderebbe il processo di normalizzazione dei tessuti del viso. Trascorso tale periodo di tempo ci si potrà tranquillamente abbronzare, magari regalandosi un bel viaggio ai Tropici.

È VERO che ormai i lifting si fanno tutti con il laser?

FALSO. Il laser - strumento mitico nell’immaginario collettivo che tutto può e che sembra aver invaso ogni campo della medicina e specialmente la chirurgia - dal punto di vista del suo impiego presenta invece limiti ben definiti, molto più di quanto comunemente si creda.

Per agevolare la comprensione della risposta da parte del lettore, ritengo in questa sede opportuno sintetizzare brevemente cosa è il laser. Semplificando ai minimi termini, può definirsi come fonte d’energia prodotta intensificando un raggio di luce, la cui principale peculiarità è avere potenza variabile.

In Chirurgia Estetica il raggio laser può esser usato come un bisturi - ma francamente non ne vedo l’utilità anche considerati i relativi costi - cioè come lama tagliente molto sottile, oppure come "pennello d’energia" per l’eliminazione e la cancellazione di strutture o parti d’esse. Questa seconda tipologia d’impiego trova la sua utilità, per citare un caso concreto, nell’obliterazione di quei piccoli capillari venosi che tappezzano in modo antiestetico le affusolate gambe femminili. Tuttavia, la sua utilità maggiore credo risieda nella possibilità d’essere utilizzato come “abrasore” per l’eliminazione di macchie o piccole e sottili rughe del volto: in questo caso ha il pregio di donare al paziente, a guarigione avvenuta, un aspetto più fresco e giovanile.

Altra comune quanto utile applicazione è la cosiddetta depilazione definitiva: il raggio laser, danneggiando il bulbo pilifero, impedisce la ricrescita dei peli.

Questa, in poche righe, la realtà. Il laser non ha niente di mitico in sé e non può certo esser lo strumento risolutore unico: non può, ad esempio, sostituirsi ad altre procedure qualora vi sia il bisogno d’eliminare pelle in eccesso o quando si rende necessario riposizionare strutture muscolari, fasciali o cutanee, che la forza di gravità ed il tempo hanno fatto ‘scivolare’ verso il basso.

In ultima analisi, dunque, è possibile affermare che l’uso del laser sul viso ha sicuramente la sua utilità quando l’inestetismo presente è di lieve entità. Aggiungo che questo strumento può proficuamente esser utilizzato quale complemento di un lifting, onde ottenere un effetto estetico finale ancora migliore, ma assolutamente non può sostituirsi all’intervento chirurgico stesso.

È VERO che la blefaroplastica, cioè l’intervento per ringiovanire le palpebre, è pericoloso per gli occhi?

FALSO. Questo intervento non è pericoloso se non si commettono errori. Infatti, gli occhi e più in generale gli organi della vista, non sono interessati da questo piccolo intervento chirurgico.

È VERO che per ringiovanire le parti superiori del viso (fronte e angolo occhi) è necessario tagliare tutto il cuoio capelluto?

FALSO. Fino a qualche anno fa, in effetti, per realizzare il cosiddetto “lifting della fronte” era necessario eseguire un’incisione nel cuoio capelluto praticamente da orecchio ad orecchio.

Oggi invece, grazie alla chirurgia endoscopica realizzata con fibre ottiche che "vedono" internamente al corpo umano, è possibile ottenere l’effetto del lifting frontale con tre piccolissimi tagli situati sull’attaccatura dei capelli, e quindi invisibili. Con tale metodo vengono ad eliminarsi molti inconvenienti, non ultimo la perdita di capelli, che nel lifting frontale eseguito con la vecchia tecnica chirurgica poteva avvenire lungo la linea d’incisione del cuoio capelluto.

 

chirurgia estetica sommario
Lifting - vero e falso
Lifting
Bellezza

bellezzaChe cosa determina la bellezza di un corpo, di un volto, di un seno? E poi: la bellezza, è normalità o eccezione?.....>>

Chirurgia Estetica
Rinoplastica
Mastoplastica

mastoplasticaLa mastoplastica è un intervento di rimodellamento del seno: se piccolo attraverso la rimozione dei tessuti in eccesso - mastoplastica riduttiva.....>>

Liposuzione Liposcultura
Lipoaspirazione
Otoplastica
 
 
 
 
| Home | Chi siamo | Pazienti | Aziende | Medici e Odontoiatri | Tecnologie |

Copyrhigt 2004 di Odontoclinic srl - Tutti i diritti sono riservati
Le informazioni fornite attraverso questo sito non possono sostituire la valutazione diretta da parte dello specialista