L'informazione in Odontoiatria



Odontoiatria Ortodonzia Apparecchio invisibile Parodontologia Gnatologia Alitosi
Implantologia Posturologia Denti bianchi Ortodonzia invisibile Radiologia Piorrea
       

ODONTOIATRIA
Termine il cui significato etimologico è cura dei denti

   

 
 
servizio newsletter

PER MEDICI E ODONTOIATRI

Nome
Cognome
E-mail

motore di ricerca

Motore di ricerca  interno

 
 
Web www.odontoclinic.it
 

Inserisci una parola chiave di Odontoiatria, puoi scegliere se effettuare una ricerca nel web o in questo sito

 

L'odontoiatria è una branca della medicina il cui campo d'azione interessa un sistema, quello masticatorio, che si va sempre più delineando come un grande patrimonio estetico e funzionale, capace di donare bellezza e salute. Gli elementi più rappresentativi di questo sistema, i denti e le gengive, influenzano, nella loro sostanziale percepibilità, la bellezza del volto e l'estetica del sorriso. La forma anatomica dei denti, il colore, l'ordine in cui si dispongono nel contesto delle arcate, la forma stessa delle arcate, l'armonia della linea gengivale che gli fa da contorno, sono fattori che contribuiscono a determinare quello che viene definito come un bel sorriso. Per l'aspetto funzionale dobbiamo invece fare riferimento all'occlusione, al modo in cui le arcate dentarie si pongono in relazione reciproca. La qualità dei rapporti di contatto tra i denti interessa le articolazioni temporomandibolari, la muscolatura masticatoria e i tessuti di sostegno. Una malocclusione, ovverosia un cattivo rapporto di combaciamento tra i denti, può influire su altre parti del sistema masticatorio e di quelli collegati alterandone la salute.
Il campo teorico-pratico dell'odontoiatria si è fatto negli ultimi anni talmente vasto che solo un approccio d'equipe è in grado oggi di fornire ai pazienti prestazioni adeguate. Si pensi solo al fatto che una sua branca,
l'ortodonzia, che tratta della diagnosi e cura delle malocclusioni, viene da anni insegnata in specifiche scuole di specializzazione post-universitarie il cui corso di studi ha la durata di tre anni.

VIDEO


Oggi prende sempre più rilevanza nell'ortodonzia dell'adulto un attenzione all'estetica già in fase di trattamento. Ortodonzia estetica e ortodonzia invisibile sono recenti definizioni con cui s'intende un approccio al trattamento dei disallineamenti dentali con apparecchi che non si notano quando vengono portati, capaci di non compromettere il senso di sicurezza del paziente che si sottopone alle cure. Le tecniche ortodontiche attuali permettono di soddisfare tali nuove esigenze. Il tradizionale apparecchio estetico di allineamento,
l'apparecchio fisso linguale, nato diversi anni fa per soddisfare le richieste ortodontiche dei personaggi del cinema e del mondo dello spettacolo, è attualmente a disposizione di coloro che intendono conservare l'estetica del sorriso nel corso del trattamento. Il suo nome deriva dal fatto che si compone di attacchi incollati sulla faccia interna dei denti, rivolta verso la lingua, anziché sulla faccia esterna come gli apparecchi fissi più comuni. Oltre a questo apparecchio di ortodonzia estetica, che possiamo definire tradizionale, c'è una recente novità: una società americana, l'Align Technology Inc. di Santa Clara in California ha progettato e mette a disposizione degli ortodontisti un nuovo apparecchio, definito   pubblicitariamente apparecchio invisibile. Esso è composto da una serie di sottili mascherine in plastica trasparente con cui si possono allineare i denti mantenendo la naturale estetica del sorriso.
Le principali malattie dei denti e dei loro tessuti di sostegno riconoscono cause ben individuate e controllabili, tanto che nelle società più evolute tendono a ridursi di frequenza. La carie dentaria (carie dentaria) e la malattia parodontale (la piorrea, come era chiamata una volta) vedono la placca batterica come principale fattore responsabile; la malocclusione, invece, è frequentemente determinata, o comunque aggravata, dall'abitudine che si protrae oltre tempo a succhiare, ad esempio il dito o il ciuccio, e dalla tendenza del bambino ad assumere atteggiamenti a bocca aperta.
L'
odontoiatria preventiva opera per impedire che si formi la malattia, per intercettarla precocemente o, in ultima alternativa, per limitarne i danni. L'odontoiatria moderna si fonda sulla divulgazione della conoscenza di come si prevengono le malattie odontoiatriche, con l'obiettivo di portare la popolazione ad evitare, attraverso l'adozione di precise norme di comportamento, che si presenti la malattia. Un bel sorriso, con denti bianchi e brillanti, ben allineati, e con gengive sane e ben contornate, non è mai il semplice frutto del caso. Qualche ritocco cosmetico professionale ma soprattutto corretta igiene orale quotidiana e controlli periodici sono il suo fondamento, rappresentando i cardini della prevenzione dentale.
Vi invitiamo pertanto a visitare la sezione di odontoiatria preventiva, per apprendere i principi e la pratica della prevenzione primaria della carie dentale, delle parodontopatie e delle malocclusioni.
Odontoiatria è anche cura dei tessuti che sostengono i denti, la cui malattia, definita in gergo popolare e  nella sua forma più grave "
piorrea", portava in epoca recente la maggior parte della popolazione all'edentulia, spesso totale e precoce. Si può pensare impropriamente che i denti siano tenuti fermi esclusivamente dalle gengive, le quali, invece, sono solo la parte più esterna di una grande opera architettonica, l'apparato parodontale, o parodonto, che ci permette di masticare, e che è costituito da osso alveolare, legamento alveolo dentale, cemento radicolare e gengiva. Di questo apparato si occupa una speciale branca dell'odontoiatria, la parodontologia: termine che deriva dal greco e che significa studio di tutto ciò che sta intorno al dente e che gli dà sostegno.
I progressi fatti nel campo della
parodontologia permettono oggi di conoscere la predisposizione personale a sviluppare la malattia parodontale, quella che un tempo, per l'appunto, era definita piorrea, e di diagnosticare in uno stadio precoce l'attività della stessa. Si tratta di sottoporsi a 2 semplici test parodontali, eseguiti su un prelievo di saliva, il test genetico, e di fluido della tasca parodontale, il test microbiologico.
L'attenzione dell'odontoiatria si è appuntata negli ultimi anni verso affezioni un tempo trascurate, come l'alitosi che nella stragrande maggioranza dei casi proviene dal cavo orale. "Fetor ex ore" è l'antica definizione scientifica di questo disturbo, ben noto fin dalle civiltà più antiche, tanto che numerosi rimedi sono stati indicati nel corso dei secoli. L’alito cattivo infatti può rappresentare una grande limitazione nei rapporti interpersonali, inducendo chi ne soffre ad evitare il più possibile contatti troppo ravvicinati con il prossimo. Oggi esistono odontoiatri esperti nella diagnosi e nella terapia dell'alitosi, con a disposizione apparecchi diagnostici come l'Halimeter in grado di rilevare i gas maleodoranti presenti nell'aria espirata e di determinarne la quantità. Una misurazione utile per isolare le forme di pseudoalitosi o alitofobia, anch'esse frequenti, e per monitorare i cambiamenti della qualità dell'alito in corso di terapia.
La moderna implantologia dentale corona il sogno comune degli operatori dentali e dei pazienti: ricostituire il patrimonio di denti perduti in modo pressoché analogo a quello naturale senza più ricorrere a fastidiose per quanto sofisticate protesi rimovibili (cosiddette protesi mobili conosciute come dentiere o scheletrati) o a protesi fissate ai denti prossimi a quelli persi con parziale demolizione di questi ultimi ad uso di pilastri (i cosiddetti ponti). Contrariamente ad una credenza tuttora comune tra i pazienti odontoiatrici in Italia, nella maggioranza dei casi l‘intervento di implantologia dentale non è difficile né doloroso e costoso e presenta una percentuale di successo molto elevata, non comune in medicina.
Buona parte dell'
odontoiatria è imperniata sul ripristino della funzione estetica dell'apparato preposto al sorriso.
Può capitare di non essere soddisfatti del colore o della forma dei denti. Anche quando la natura ci ha offerto la possibilità di sfoggiare una bella chiostra di denti bianchi, il passare del tempo, nonostante le attenzioni, può avere agito negativamente su di loro, scurendoli o usurandoli o frastagliandone i margini. Nessun problema, i progressi nel campo dell'
odontoiatria estetica mettono in grado l'odontoiatra di effettuare lo sbiancamento dei denti, cioè di decolorare smalto e dentina, rendendo più bianchi e luminosi. Con speciali tecniche professionali, che fanno uso di lampade acceleratrici (Beyond) e sostanze sbiancanti a base di perossidi si può intervenire sul colore intrinseco dei denti,  sia quello naturale che quello dipendente da modifiche peggiorative prodotte dall'età (immagini trattamento sbiancante); e se qualche margine incisivo non è perfetto come un tempo, e ne risente la bellezza del sorriso, con l'utilizzo di speciali resine può restaurare la sua forma originaria [foto].
La moderna odontoiatria permette al "dentista" di soddisfare le richieste più sofisticate nei riguardi dell'estetica e della funzione dell'apparato preposto alla masticazione e al sorriso. Oggi più che mai possiamo dire che "la salute è nella bocca" ma anche che qui può rimanerci a lungo o che, comunque, può essere ottimamente ripristinata.
Preservare denti e gengive in buone condizioni è anche un imperativo per il mantenimento della salute generale dell'organismo. Il detto antico "in ora stat salus" ha preso oggi un netto rilievo scientifico. Si pensi ai ben individuati rapporti tra malocclusione e alterazioni della postura corporea; oppure alla relazione esistente tra le malattie infiammatorie delle gengive e la maggiore incidenza di parti prematuri e neonati sottopeso; o, sempre in merito allo stato dei tessuti di sostegno dei denti, ai rapporti tra parodontopatie e malattie cardiovascolari. La consapevolezza che "denti e le gengive non sono solo denti e gengive" è innanzitutto informazione. Informarsi permette di evitare le conseguenze, a volte serie, in cui incorre chi usa disattenzione nei confronti degli elementi più in vista del proprio organo della masticazione. Il compito di Odontoclinic è proprio questo: informare sulle acquisizioni meno recenti e sui progressi dell'odontoiatria. Se ci riusciremo, se saremo capaci di rendere i  visitatori un po' più attenti nei confronti dei propri "denti e gengive", consideriamo la nostra missione compiuta.

E comunque, se avete critiche da farci non esitate .........

 
 
Sommario domande di odontoiatria
Odontoiatria
Estetica
Glossario di Odontoiatria
Immagini
Domande e risposte
Motore di ricerca
Sommario
 
 
 
frattura dente
Frattura dente
 
sbiancamento denti
Sbiancamento denti
 
ortodonzia linguale
Ortodonzia linguale
 
intarsi in composito
Intarsio composito 
 
leucoplachia
Leucoplachia
 
 
 
Google
 
| Home | Chi siamo | Pazienti | Aziende | Medici e Odontoiatri | Tecnologie |

Copyrhigt 2004 di Odontoclinic srl - Tutti i diritti sono riservati
Le informazioni fornite attraverso questo sito non possono sostituire la valutazione diretta da parte dello specialista