L'informazione in Odontoiatria



Posturologia Ortodonzia Apparecchio invisibile Parodontologia Gnatologia Alitosi
Implantologia Prevenzione Denti bianchi Ortodonzia invisibile Radiologia Piorrea
       

Dr Alessandro Fedi - Firenze contatti
Dr Umberto Molini - Roma contatti

ORTODONZIA LINGUALE

Ortodonzia linguale E' la definizione di una tecnica nata per garantire l'invisibilità  del trattamento ortodontico ai personaggi del cinema e del mondo dello spettacolo ma che si è presto dimostrata rapida ed efficiente nel risolvere casi semplici e complessi in chiunque la desideri.

   
Dr Fedi Firenze 

dr Molini Roma 

 
servizio newsletter

PER MEDICI E ODONTOIATRI

Nome
Cognome
E-mail

motore di ricerca

CERCA UNA PAROLA DI ODONTOIATRIA

 
 
nel Web in questo sito

 

La tecnica linguale in ortognatodonzia è oggi di fondamentale importanza perché soddisfa pienamente i requisiti di ottimizzazione del trattamento. L'ortodonzia  linguale connota infatti la terapia ortodontica con i caratteri dell'invisibilità  e dell'efficienza, dimostrandosi pari e in molti casi superiore alle tradizionali tecniche visibili "vestibolari". La collaborazione del paziente migliora per l'accettazione psicologica del periodo di terapia e le componenti gnatoposturali ne risentono favorevolmente, quando implicate in una  iniziale disfunzione, fin dai primi giorni del trattamento.  Infatti l'apparecchiatura linguale, usata convenientemente, incorpora un effetto "bite" intrinseco che contribuisce al riposizionamento di una dislocazione mandibolare da malocclusione alleviando  i sintomi dolorosi e i rumori articolari fin dai primi giorni di trattamento.
L'idea innovativa d'incollare delle maniglie (brackets) sul lato interno dei denti, rivolto alla lingua, anziché sul lato esterno rivolto al labbro ed esposto al sorriso, ha fatto si che questa tecnica sia stata denominata "linguale".
ortodonzia_linguale.jpgL'ottimale compliance dei pazienti nell'accettare questo trattamento invisibile trova un contraltare nella maggiore complessità  operativa degli ortodontisti, ed è questa la ragione per cui nonostante la sua grande efficacia sia ancora usata solo da pochi specialisti in Italia e nel mondo.
Eppure attualmente rappresenta l'unica possibilità di accedere all'invisibilità  ortodontica in tutti quei casi in cui non è indicato o è poco predicibile nei risultati un trattamento con
Invisalign (apparecchio invisibile), che costituisce in generale l'approccio invisibile di prima scelta.
Grazie a  queste  due  metodiche nella totalità dei casi il  trattamento ortodontico non comporta  più per i pazienti in cura la preoccupazione dell'inestetismo del sorriso durante il trattamento. Anzi permette di apprezzare il miglioramento dell'allineamento dei denti sin dall'inizio: per un osservatore esterno inconsapevole può sembrare una magia!
Il lieve imbarazzo fonetico dovuto all'interferenza dei brackets con la lingua viene superato in pochi giorni di adattamento, e solo in casi rari può richiedere fino a un mese.
Ma i vantaggi vanno oltre l'invisibilità : una maggiore velocità  del trattamento soprattutto nei casi con morso coperto, un minor rischio di retrazioni gengivali visibili, un minor rischio di danni allo smalto dei denti nella superficie anteriore, una notevole efficacia nell'affrontare sintomatologie dovute a disordini e disfunzioni craniomandibolari la rendono vantaggiosa e più veloce in molti casi rispetto alle tecniche tradizionali.

Caso clinico
Ortodonzia Linguale

caso clinico di ortodonzia linguale
VIDEO INVISALIGN
 


Ortodonzia

ortodonziaOrtodonzia significa letteralmente "denti dritti", è il termine che definisce la branca dell'odontoiatria.....>>

Ortodonzia Invisibile
Ortodonzia Linguale
Ortodonzia e sorriso
Ortodonzia FAQ
Invisalign FAQ
Domande e risposte ortodonzia
Casi clinici ortodonzia
Casi clinici ortodonzia linguale
Casi clinici Invisalign
 
 
 
 
| Home | Chi siamo | Pazienti | Aziende | Medici e Odontoiatri | Tecnologie |

Copyrhigt 2004 di Odontoclinic srl - Tutti i diritti sono riservati
Le informazioni fornite attraverso questo sito non possono sostituire la valutazione diretta da parte dello specialista