L'informazione in Odontoiatria



Implantologia Ortodonzia Apparecchio invisibile Parodontologia Gnatologia Alitosi
Posturologia Prevenzione Denti bianchi Ortodonzia invisibile Radiologia Piorrea
       

Dr Alessandro Fedi - Firenze contatti
Dr Umberto Molini - Roma contatti

Ortognatodonzia posturale

Sono molti i casi in cui ai pazienti con segni e sintomi di disordine posturale viene indicato un trattamento ortodontico per riprogrammare il Sistema posturale. Ma quando è veramente indicato? E' sempre risolutivo? E' vero che un trattamento ortodontico può far precipitare un adattamento posturale  in un disadattamento con sintomi dolorosi e disfunzionali ? Che cos'è l'ortodonzia posturale?

 

 

 
 
servizio newsletter

PER MEDICI E ODONTOIATRI

Nome
Cognome
E-mail

motore di ricerca

CERCA UNA PAROLA DI ODONTOIATRIA

 
 
nel Web in questo sito

 

Un trattamento ortodontico ha diverse indicazioni e valenze.

 Occorre operare delle distinzioni a partire dalla motivazione dei pazienti che, quando spontanea, è di solito eminentemente estetica. E' in questi casi comunque doveroso per l'ortodonzista approfondire con una accurata diagnosi il caso sottopostogli per evidenziare le eventuali  problematiche di stampo medico conpresenti, ma non evidenti al paziente.

In altri casi sono dei sintomi di pertinenza della gnatologia a portare prima o poi il paziente dall'ortodonzista. Per esempio un  dolore in sede auricolare, un rumore di click o di schiocco riferito alle mascelle, una limitazione all'apertura della bocca: la Sindrome di Costen, oggi superata da un più accurato inquadramento classificativo dei disordini temporomandibolari, ma frequentemente diagnosticata perché ben conosciuta dai medici non specialisti gnatologici proprio per la sua datazione del 1937.

In altri casi oggi sempre più frequenti, c'è un'indicazione precisa su diagnosi posta da ortopedici, fisiatri, chiropratici , osteopati, neurologi, medici sportivi od oculisti di disturbo posturale addebitato ad una malocclusione cosiddetto discendente. I sintomi che hanno fatto peregrinare questi pazienti da uno specialista all'altro sono cefalea (mal di testa), cervicalgia (dolore del collo), rachialgia (dolore della colonna vertebrale), lombalgia (dolore del tratto lombare della colonna vertebrale). Talora è l'opportunità di migliorare una prestazione atletica o lavorativa, come nel caso dei ballerini, indicata dai medici sportivi o dagli allenatori.

E' in questa confusione di intenti terapeutici che l'ortodonzista moderno deve oggi muoversi con coscienza e deontologia per mostrare con chiarezza le possibilità e i limiti dell'ortodonzia in ogni specifico caso.

La soluzione, a nostro parere, è quella di fornire più proposte terapeutiche dopo aver percorso questi passi fondamentali:

  1. Considerare attentamente le esigenze soggettive del paziente.

  2. Approfondire accuratamente gli aspetti oggettivi del sistema stomatognatico di ogni singolo caso, eventualmente ricorrendo a consulti con Colleghi di branca diversa per esplorare gli altri sottosistemi che concorrono nel Sistema posturale globale e non trascurando la possibilità di arricchire la semeiotica clinica con quella strumentale, quando opportuna, non eccedendo in inutili e costosi esami quando il quadro clinico é sufficientemente chiaro.

  3. Esporre chiaramente al paziente la sua situazione attuale e la sua possibile evoluzione se trascurata per quanto è possibile desumere dai dati della letteratura internazionale e dalla propria esperienza.

  4. Esporre chiaramente delle possibili alternative ad un trattamento ortognatodontico per conseguire comunque un miglioramento.

Nel caso il paziente voglia eseguire il trattamento, dovrà essere chiaramente esposto un quadro dei possibili livelli di trattamento ortodontico.

PRIMO LIVELLO. Trattamento solo estetico che anche con  compromessi nei metodi e nei risultati finali permetta comunque un miglioramento dell'estetica del sorriso così come mostrato previamente al paziente con l'ausilio di immagini o di modelli di gesso su cui i denti sono stati riposizionati (set-up ortodontico). L'equilibrio posturale precedente non verrà modificato, né in positivo né ovviamente in negativo. Se questa ipotesi é presente come una possibilità a rischio, dev'essere attentamente considerata dal paziente o, in casi di rischio grave, essere causa di diniego del trattamento da parte dell'ortodonzista. L'opzione, quando posta dal medico, di un trattamento combinato con la chirurgia ortognatica, viene considerata per un livello successivo.

SECONDO LIVELLO. Trattamento gnatologico rispettoso della valenza estetica limitato ai canoni classici della gnatologia ovvero rispettando le componenti stomatognatiche in senso stretto anche se limitate da disturbi del sistema posturale in altri distretti che possano inferire potenzialmente dei  disturbi in una cornice temporale più o meno stretta. Questo trattamento é rischioso a priori ed in realtà dovrebbe essere effettuato solo per la manifesta volontà  del paziente di  non collaborare con un impegno suppletivo al trattamento ortodontico vero e proprio, come per esempio impegnarsi in una rieducazione posturale ginnica o effettuare trattamenti complementari. L'opzione, quando posta dal medico, di un trattamento combinato con la chirurgia ortognatica, viene considerata e rifiutata o meno.

TERZO LIVELLO. Trattamento gnatologico rispettoso della valenza estetica inquadrato in un miglioramento della programmazione posturale globale, attuato col ricorso  ad una rieducazione posturale neurale centrale e periferica propriocettiva tramite tecniche di vario tipo selezionate ad hoc per il caso specifico. L'opzione, quando consigliata dal medico, di un trattamento combinato con la chirurgia ortognatica viene accettata nella sua plausibilità dopo attenta considerazione.

Ortognatodonzia posturale
Posturologia

La postura corporea è una funzione integrata individuale su cui  psiche, soma e ambiente esterno agiscono con un gran numero di variabili.....>>

Bite

com'è fatto

sedi di applicazione

tipi di bite

costruzione

indicazioni cliniche

effetti neurofisiologici

bite e sport

bite e danza

caso clinico

Postura corporea
Occlusione dentale e postura
Malocclusione
Casi clinici
Domande e risposte
Filmati

Casi clinici

correzione posturale con bite
Correzione posturale con bite
Bite e postura
 
 
 
 
| Home | Chi siamo | Pazienti | Aziende | Medici e Odontoiatri | Tecnologie |

Copyrhigt 2004 di Odontoclinic srl - Tutti i diritti sono riservati
Le informazioni fornite attraverso questo sito non possono sostituire la valutazione diretta da parte dello specialista