L'informazione in Odontoiatria



Ortodonzia Posturologia Apparecchio invisibile Parodontologia Gnatologia Alitosi
Implantologia Prevenzione Denti bianchi Ortodonzia invisibile Radiologia Piorrea
       

RINOPLASTICA

La rinoplastica è l'intervento di Chirurgia Estetica che modifica la morfologia del naso, migliorandone l'aspetto estetico e armonizzando il volto. Tale intervento prevede la riduzione e il rimodellamento dello scheletro cartilagineo ed osseo: il grado di miglioramento ottenibile è variabile, da individuo a individuo, essendo funzione di parametri quali la qualità della cute e le dimensioni dello scheletro sottostante.
Per molte persone una forma non esteticamente gradevole del naso (naso troppo grande, deviato, gibboso, con punta grossolana, ecc…), non rappresenta un particolare problema, né condiziona la normale vita di relazione sociale. Al contrario, per un gruppo parimenti numeroso di soggetti, un "brutto" naso rappresenta un notevole handicap, soprattutto sotto il profilo psicologico, che influenza fortemente i rapporti interpersonali.

   

 
 
servizio newsletter

PER MEDICI E ODONTOIATRI

Nome
Cognome
E-mail

motore di ricerca

CERCA UNA PAROLA DI ODONTOIATRIA

 
 
nel Web in questo sito

 

 

È credenza socialmente diffusa che la rinoplastica determini uno stravolgimento d'immagine nel viso della persona che vi si sottopone, al punto tale da indurre un gran numero di soggetti a non operarsi, per timore di non esser più percepiti come "le stesse persone": è assolutamente falso!

L'operazione di rinoplastica in breve

La rinoplastica estetica è un intervento che si esegue in sala operatoria e può esser condotto in anestesia generale oppure in neuroleptoanalgesia, cioè con somministrazione endovenosa di farmaci induttori d'un profondo stato di rilassamento fisico e mentale. L'operazione non è assolutamente dolorosa (non va infatti confusa con la settoplastica) e la scelta del tipo d'anestesia, a meno di condizioni particolari, potrà esser discussa con l'anestesista e decisa secondo i vostri desideri.
L'intervento inizia con alcune incisioni praticate internamente al naso, talvolta anche sulla columella, quindi si mobilizza la cute dallo scheletro sottostante per terminare con la rimodellazione delle parti ossee e cartilaginee. Infine, vengono introdotti tamponi in entrambi le narici e si appone una medicazione rigida sul dorso per garantire la perfetta immobilità delle ossa nasali.
Talvolta, qualora sia necessario migliorare la funzionalità respiratoria oltre che l'estetica del naso, ad una rinoplastica si associa la correzione del setto nasale deviato, avvalendosi in sede d'operazione dello specialista otorinolaringoiatra.

RINOPLASTICA

Rinoplastica
 


Quali sono le conseguenze dell'intervento di rinoplastica?

L'obiettivo della rinoplastica è eliminare qualsiasi imperfezione, congenita o sopraggiunta, rendendo il naso proporzionato, "aggraziato" e armonico con il resto del viso.
Dopo un solo giorno dall'operazione, nella maggioranza dei casi, verranno rimossi i tamponi nasali: rimarranno in sede più a lungo, invece, se sarà stata eseguita anche una correzione funzionale.
Nelle prime 24 ore post-intervento comparirà un notevole edèma del volto, delle palpebre e del naso, accompagnato quasi sempre da ecchimosi, ma in genere il dolore è assente e il fastidio maggiore è rappresentato dalla presenza dei tamponi nasali.
Sempre nelle prime ventiquattr'ore può talvolta insorgere una modesta lacrimazione, che tuttavia risolve rapidamente. L'edèma e le ecchimosi, invece, scompaiono gradualmente nel giro di sei-sette giorni.
La medicazione rigida verrà rimossa dopo sette-dieci giorni e il "nuovo naso" sarà già presentabile, anche se non avrà il suo assetto definitivo. Per apprezzarne risultato estetico e assetto definitivi dovrà passare un periodo variabile dai sei ai dodici mesi, trascorso il quale è ipotizzabile un eventuale ritocco.

Durerà il miglioramento ottenuto con la rinoplastica?

Sì. Il miglioramento sia estetico, sia funzionale (ove si renda necessario) ottenuto con la rinoplastica durerà tutta la vita.

Rinoplastica limiti e rischi?

Per i limiti il grado di miglioramento ottenibile è del tutto soggettivo, ed è sempre legato alle condizioni morfologiche preesistenti.

Per quello che riguarda i rischi, l'operazione di rinoplastica si può considerare sicura. Il rischio di complicanze è minimo ed è per lo più legato alla somministrazione di farmaci. Tutte le opportune precauzioni vengono comunque adottate per prevenire possibili problemi. Non va infatti dimenticato che ogni intervento, anche se in anestesìa locale, è eseguito con il soggetto costantemente monitorizzato e le relative funzioni vitali ben controllate.
Un'infezione è evenienza piuttosto rara e sarebbe comunque prontamente trattata mediante adeguata terapia antibiotica, senza compromettere il risultato finale. Potrebbero manifestarsi, a stabilizzazione avvenuta, piccole irregolarità morfologiche che è possibile correggere mediante un semplice intervento in anestesia locale o mediante terapia iniettiva.

Cosa dovrete fare prima dell'intervento

È consigliabile non assumere aspirina o medicamenti che contengano acido acetilsalicilico, a partire da quindici giorni prima e per le due settimane seguenti l'intervento, poiché tale sostanza può causare sanguinamento.
Alcune ricerche hanno dimostrato che l'incidenza delle complicanze è percentualmente dieci volte superiore nei pazienti fumatori: se rientrate tra questi provate a smettere, o quantomeno a ridurre il numero delle sigarette, partendo da due settimane prima della data fissata per l'intervento.
Pur non essendovi oggettive limitazioni nell'immediato post-operatorio, per i due giorni successivi all'operazione è consigliabile seguire una dieta con alimenti morbidi e non molto caldi.

Cosa dovrete fare dopo l'intervento

La sera stessa dell'intervento di rinoplastica è possibile per i pazienti la normale deambulazione.
Dopo circa due settimane, quando l'edema sarà scomparso, si potrà gradualmente riprendere le normali attività lavorative.
I capelli potranno essere lavati dopo tre o quattro giorni dall'intervento.
Sarà bene non portare alcun tipo di occhiali, o magari sostituirli con lenti a contatto, per circa un mese e mezzo, poiché il loro peso potrebbe interferire con il risultato dell'intervento.
Dopo una rinoplastica bisognerà scrupolosamente evitare d'esporsi al sole senza adeguata protezione, per almeno due mesi: un cappello potrà sicuramente giovare.
Sarà bene non condurre moto o scooter durante la stagione invernale: non potendo farne a meno, sarà necessario proteggere il naso adeguatamente.
Potranno esser riprese attività sportive quali jogging, danza, yoga, dopo circa due settimane. Per praticare sport a maggior intensità di sforzo, sarà invece preferibile attendere quattro settimane dalla rinoplastica.

Caso di rinoplastica correttiva
rinoplastica - prima dell'intervento rinoplastica - dopo l'intervento

 

 


 

chirurgia estetica sommario
Rinoplastica
Rinoplastica: vero e falso
Bellezza

bellezzaChe cosa determina la bellezza di un corpo, di un volto, di un seno? E poi: la bellezza, è normalità o eccezione?.....>>

Chirurgia Estetica
Otoplastica
Mastoplastica

mastoplasticaLa mastoplastica è un intervento di rimodellamento del seno: se piccolo attraverso la rimozione dei tessuti in eccesso - mastoplastica riduttiva.....>>

Liposuzione Liposcultura
Lipoaspirazione
Video chirurgia estetica

video chirurgia esteticaNei filmati il Prof Del Gaudio tratta vari argomenti di chirurgia estetica: la blefaroplastica, la liposuzione, la mastoplastica, la rinoplastica.....>>

Lifting
 
 
 
 
| Home | Chi siamo | Pazienti | Aziende | Medici e Odontoiatri | Tecnologie |

Copyrhigt 2004 di Odontoclinic srl - Tutti i diritti sono riservati
Le informazioni fornite attraverso questo sito non possono sostituire la valutazione diretta da parte dello specialista