L'informazione in Odontoiatria



Posturologia Ortodonzia Apparecchio invisibile Parodontologia Gnatologia Alitosi
Implantologia Prevenzione Denti bianchi Ortodonzia invisibile Radiologia Piorrea
       

Dr Umberto Molini - Roma contatti
Dr Alessandro Fedi - Firenze contatti

Tasca Parodontale

La gengiva sana presenta un solco profondo 2/3mm circa. La placca batterica che vi si deposita, se non viene accuratamente rimossa, provoca la distruzione dell'attacco che lo fa aderire alla radice del dente. Il solco così si approfondisce realizzando una formazione patologica che prende il nome di tasca parodontale. Vediamo perché la sua presenza è un segno oggettivo della malattia parodontale

   

 
 
servizio newsletter

PER MEDICI E ODONTOIATRI

Nome
Cognome
E-mail

motore di ricerca

CERCA UNA PAROLA DI ODONTOIATRIA

 
 
nel Web in questo sito

 

Cosa differenzia il normale solco della gengiva dalla tasca parodontale?
Il solco gengivale normale è profondo al massimo 2/3mm e termina con un attacco formato da tessuto epiteliale cosiddetto giunzionale posto nel punto d'incontro tra corona e radice del dente. La placca batterica che si deposita nel solco, se non viene rimossa, provoca la distruzione di questo attacco che per difendersi migra più in basso. Il solco gengivale si approfondisce realizzando una formazione patologica che prende il nome di tasca parodontale. Qui annidata la placca si arricchisce di germi che sopravvivono in assenza di ossigeno e provocano danni alle strutture di sostegno della radice del dente (parodonto). Attraverso l'infiammazione del parodonto (parodontite) si attivano cellule che riassorbono l'osso di sostegno della radice del dente e gli stessi germi anaerobi, direttamente, causano la distruzione del legamento connettivale che collega l'osso alla radice. La malattia parodontale, progredendo, può coinvolgere interamente le strutture di sostegno della radice determinando la sua definitiva perdita di attacco con conseguente caduta del dente.

Cosa succede in presenza di tasche parodontali?
La tasca parodontale, espressione della malattia parodontale, può approfondirsi in assenza di sintomi evidenti, ci si può accorgere di avere problemi parodontali solo quando la situazione, già molto avanzata, si caratterizza per la comparsa di sintomi come la mobilità dei denti, il sanguinamento delle gengive, l'alitosi, la dolenzia diffusa, ma a questo punto il dentista può essere costretto a orientarsi verso soluzioni radicali.

Come si può fare per evitare che la malattia parodontale ci tolga il sorriso?
La soluzione va ricercata nella prevenzione e nell'attenzione ai segnali che ci dà la nostra bocca; in effetti basterebbe recarsi dallo specialista quando si inizia ad avvertire qualche problema in modo da assicurarsi una diagnosi precoce e di conseguenza una terapia parodontale più semplice e, cosa che non guasta, meno costosa.

È bene sapere, comunque, che le nuove frontiere della terapia parodontale permettono oltre che la guarigione della parodontite, con la scomparsa delle tasche e la ricostituzione dell'attacco epiteliale, anche la rigenerazione parodontale. Oggi il parodontologo è in condizione di recuperare gran parte del sostegno osseo perduto per la parodontopatia, anche se le procedure chirurgiche da attuare sono molto sofisticate e richiedono perciò una preparazione specialistica approfondita, oltre ad una notevole confidenza con l'atto chirurgico.

 

 

Piorrea
Gengivite espulsiva
Test microbiologico

Questo esame fornisce al parodontologo le informazioni necessarie per stabilire un piano di trattamento mirato al caso specifico .....>>

Parodontologia
Gengivite
Parodontite cronica
Recessioni delle gengive
Rigenerazione guidata
Visita parodontale
Tasca parodontale
Test di autovalutazione
Igiene in corso di terapia
Gravidanza e parodontopatie

La malattia parodontale in donne in gravidanza può costituire un serio fattore di rischio per nascite premature e sottopeso.....>>

Test parodontale
Denti del giudizio
Video
Domande e risposte
 
 
 
 
 
| Home | Chi siamo | Pazienti | Aziende | Medici e Odontoiatri | Tecnologie |

Copyrhigt 2004 di Odontoclinic srl - Tutti i diritti sono riservati
Le informazioni fornite attraverso questo sito non possono sostituire la valutazione diretta da parte dello specialista